venerdì 15 luglio 2011

Koko Ristorante & Wok - Via Ferrarese 119/2 - Bologna

Novità: nato da poco più di un mese ecco il Koko. C’ero stato l’anno scorso e mi ero preso un paio di pantaloncini (era un classico magazzino di abbigliamento made in china). Quest’anno la svolta con il totale rinnovamento della struttura. Già all’entrata si presenta come uno stabile alquanto imponente. Una volta varcata la soglia un immenso open space ci accoglie con una quantità esagerata di coperti, una zona centrale riservata al self service con piatti di tradizione orientale ed italiana (non mancano pizze e pasta), ed uno spazio riservato al nipponico con un piccolo kaiten che trasporta sushi e sashimi. Come si può intuire si tratta di un ennesimo ristorante wok. Una volta accomodati ci portano il menù delle bevande dove sul retro si trova anche la mappa del locale con indicati i diversi punti dove ci si può servire e i bagni. Una volta ordinato il bere iniziamo a prelevare il cibo dal banco principale dove c’è veramente di tutto. Sono presenti anche delle vongole. Con molta titubanza le ho sentite e devo dire che oltre ad essere ottime, non ho avuto posteriormente nessun problema di stomaco (e visto il mio livello di sensibilità vuol dire che il prodotto proposto era veramente di qualità). Impossibile resistere e non provare anche qui il servizio “wok”…ma come funziona? Ok…si riempie il piatto con quello che si vuol fare cucinare e lo si appoggia sul banco della cucina ma poi? Come faranno a capire di chi è il piatto? Nessuno ce lo ha spiegato ed interagire con la nostra cameriera è pressoché impossibile poiché non capisce assolutamente l’italiano. Troviamo una ragazza che parla correttamente la nostra lingua e ci spiega che bisogna attaccare al piatto delle “mollette” che si trovano al tavolo. Eseguiamo le direttive e dopo una decina di minuti ci viene servita la portata perfettamente cotta. A questo punto non può mancare l’assaggio di sushi. Il kaiten scorre all’interno di un tubo di plastica e nessuno si azzarda ad avvicinarsi poiché la consumazione sembra riservata ai tavoli posizionati in quella zona. In realtà questa “conduttura“ è dotata di piccole finestrelle apribili da cui si può estrarre il piatto desiderato senza nessun problema. La formula è ovviamente “all you can eat” ed il costo è di euro 19.90 per la sera oppure 9.90 per il pranzo (dalle 10.30 alle 15.30). Aperti (neanche a dirlo) 7 giorni su 7. Sito internet www.ristorantekoko.it/

2 commenti:

  1. Ottimo post. Ero titubante ma proverò questo ristorante

    RispondiElimina